Comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA

Come Organizzazioni degli Inquilini, UNIAT Campania APS, SUNIA, SICET e ASSOCASA, abbiamo nuovamente evidenziato le numerose problematiche relative alla gestione del patrimonio dell’ edilizia residenziale pubblica in Campania.

Nella piena consapevolezza delle difficoltà connesse all’emergenza sanitaria, nonché della mancanza di dotazione organica dell’Acer Campania per propria responsabilità, non è possibile giustificare ancora una volta l’assoluta inerzia dell’Ente nella gestione dell’immenso patrimonio pubblico.

Nello specifico, abbiamo richiesto l’adozione di provvedimenti urgenti atti a garantire la gestione dell’ordinaria attività amministrativa evidenziando solo alcune attività essenziali, quali :

  1.  l’avvio delle procedure amministrative per il riconoscimento degli aventi diritto del subentro contrattuale;
  2. la regolarizzazione dei rapporti locativi in virtù delle disposizioni regionali;
  3. la concessione della residenza anagrafica per i soggetti che rientrano nel proprio nucleo familiare originario, per gli aventi diritto per gli aventi diritto al subentro e alla regolarizzazione contrattuale;
  4. la cessione in proprietà agli aventi diritto che hanno versato gli anticipi sul prezzo;
  5. il rinnovo dei contratti scaduti per la fornitura dei servizi, senza i quali si avrebbe il rischio di una paralisi nella erogazione dei servizi essenziali.

Da mesi denunciamo questa situazione incresciosa e chiediamo nuovamente all’Assessore Regionale l’immediata convocazione dell’Osservatorio Regionale sulla Casa, al fine di poter adottare i necessari provvedimenti. Considerata la delicatezza delle questioni poste e delle tensioni sociali che stanno maturando tra gli assegnatari e gli addetti ai lavori, abbiamo informato Sua Eccellenza il Prefetto di Napoli, affinché ci sia un suo autorevole intervento in merito.

Siamo fiduciosi affinché le Istituzioni Regionali siano sensibili e diano una risposta celere, anche in considerazione della grave crisi socioeconomica che sta attraversando la nostra Regione. Chiaramente, in caso di mancate risposte, sarà nostra premura mettere in campo azioni più incisive a tutela degli assegnatari e dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *