Bonus Casa prorogati nella Legge di Bilancio 2020. Ecco quali detrazioni.

Autore : rassegna stampa di:quifinanza.it
Pubblicato il : 24-09-2019

Il Titolare del MiSE ritiene necessario prorogare il pacchetto legato agli incentivi per le ristrutturazioni e quello per l’efficienza energetica.

Non solo scadenze e pagamenti, ogni tanto per i contribuenti arriva anche una boccata d’ossigeno. Buone notizie in vista della Legge di Bilancio 2020 sulla quale il nuovo esecutivo è al lavoro, ormai da giorni.

Prorogate, dunque, al 2020 le detrazioni fiscali che riguardano il recupero del patrimonio edilizio, l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, la realizzazione e manutenzione straordinaria di giardini e gli interventi di risparmio energetico “qualificato”. 

  • In particolare, senza l’annunciata proroga, scenderebbe dal 50% , introdotto dal 26 giugno 2012, (con un tetto massimo di 96mila euro, rispetto al quale si auspica un incremento) al 36%,  la  detrazione Irpef sugli interventi effettuati per recuperare il patrimonio edilizio. 
  • Nel pacchetto, anche tutte le detrazioni Irpef e Ires del 50% o 65% per gli interventi di risparmio energetico “qualificato” ( Ad esempio: installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda; sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione almeno in classe A con sistemi di termoregolazione evoluti; sostituzione di impianti esistenti con micro-cogeneratori; l’acquisto e l’installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti);
  • Detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici (con limite di spesa di 10mila euro) nel caso in cui i lavori edili che consentono la detrazione dell’articolo 16-bis del Tuir (Testo Unico delle Imposte sui Redditi, ndr) sono iniziati nell’anno dell’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici o in quello precedente (ma prima del pagamento dei mobili);
  • La normativa attualmente in vigore prevede, invece, già l’applicazione fino alla fine del 2021 delle detrazioni Irpef e Ires pari al: 50%, 70%, 75%, 80% o 85% per le misure antisismiche “speciali” nelle zone sismiche 1, 2 e 3.

 link all’art.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *