Progetto DIFFERENZIAMOCI! Campagna di sensibilizzazione per comportamenti eco-sostenibili

Progetto Differenziamoci - Campagna di sensibilizzazione per comportamenti eco-sostenibili

Il progetto "DIFFERENZIAMOCI !- Campagna di sensibilizzazione per comportamenti eco-sostenibili" presentato da UNIAT CAMPANIA aps in partenariato con Fareambiente Campania aps, finanziato nell'ambito dell’Avviso Pubblico Volontariato Aps – fondi 2017 con D.D. n 466 del 29/07/2019 e approvato con D.d n 733 del 23 12/2019 e D.Dn 69 del 24/01/2020. L’ambito territoriale in cui si svolgerà il progetto è la Regione Campania, in particolare saranno coinvolte le province di Napoli, Avellino, Caserta e Salerno.

In Campania, la produzione dei rifiuti urbani, nel 2017, è pari a 2,56 milioni di tonnellate con un calo, rispetto al 2016, del 2,5%. La percentuale di raccolta differenziata si attesta al 52,8%, con un aumento di 1,2 punti rispetto all’anno precedente, con differenze di rilievo tra le diverse province: Benevento si attesta al 70,3%, Salerno al 61,7%, Avellino al 56,1%, Caserta al 53,8% e Napoli al 48% (dati ARPAC 2017). È quindi fondamentale accompagnare una buona pianificazione del servizio di raccolta con una efficiente campagna di sensibilizzazione, soprattutto nei quartieri a più alto degrado socio-economico ed urbano, al fine di stimolare l'acquisizione di comportamenti ecosostenibili che possano da un lato far raggiunger i risultati previsti dal Piano Regionale e dall'altro lato attivare processi di inclusione sociale e civica.

Dal contatto quotidiano con gli associati UNIAT nonché con i cittadini in generale emergono bisogni insoddisfatti di informazione e supporto pratico per indurre adesione emotiva e introiezioni dei valori e dei comportamenti tipici dell'economia circolare; correggere falsi miti e credenze su smaltimento rifiuti, risparmio energetico, consumo alimentare; fornire esempi pratici/tutorial per il riuso e la riparazione dei beni; sostenere e diffondere le buone prassi; individuare ostacoli reali e percepiti dai cittadini all'adozione di comportamenti virtuosi di consumo in aree e in target specifici per offrire risposte quanto più possibile coerenti con il contesto di riferimento. Per tale motivo si è scelto di avviare, in via sperimentale, una campagna di sensibilizzazione all’adozione di comportamenti ecosostenibili nelle province di Avellino, Caserta, Napoli.

Si intende promuovere un approccio alla città e ai beni comuni (qual è il patrimonio residenziale pubblico) che si fondi su un nuovo senso di responsabilità e solidarietà e che permetta una migliore convivenza civica e un'attenzione allo sviluppo sostenibile, inteso come fonte di innovazione, di economia circolare e di sviluppo di programmi avanzati di inclusione sociale.

Il progetto nasce da due idee sottostanti: per creare un mondo più sostenibile, le future generazioni devono diventare agenti del cambiamento, dotandosi di conoscenza, abilità, valori e attitudini che le rendano capaci di prendere decisioni informate e di agire consapevolmente e responsabilmente per l’integrità ambientale, la sostenibilità economica e una società più giusta. A tal fine il progetto propone delle azioni finalizzate a sviluppare pensieri e comportamenti responsabili ispirati ad esplorare e valorizzare la sostenibilità ambientale nell’agire quotidiano: riciclo dei rifiuti, risparmio energetico, salvaguardia delle risorse naturali, alimentazione sostenibile, mobilità, inquinamento. La seconda idea è che gli edifici siano il luogo ideale dove avviare iniziative di gestione sostenibile delle risorse, riducendo consumi e spese a vantaggio di tutta la comunità. I condomini sono un luogo di aggregazione che può stimolare azioni collettive in grado di contribuire al benessere ambientale e sociale; nello stesso tempo l’assunzione condivisa della cura e tutela
del “bene comune” rigenera legami sociali e contribuisce al miglioramento delle condizioni di vita delle persone.

La finalità del progetto è di incidere, attraverso azioni formative ed informative e l'attivazione sul campo di “agenti del cambiamento”, sulla modifica dei comportamenti e degli atteggiamenti dei cittadini assegnatari di alloggi ERP, soggetti che, per condizioni economiche e marginalità sociale, presentano spesso una minore sensibilità al tema ambientale che invece può divenire, per loro, una modalità di risparmio economico, di sviluppo di relazioni e di inclusione sociale.

Obiettivi generali
  • Promuovere società giuste, pacifiche ed inclusive ;
  • Promuovere le pari opportunità e contribuire alla riduzione delle disuguaglianze.
Durata del progetto
  • 12 mesi
Aree prioritarie di intervento
  • Sviluppo e rafforzamento della cittadinanza attiva, della legalità e della corresponsabilità, anche attraverso la tutela e la valorizzazione dei beni comuni.
  • Contrasto alle solitudini involontarie specie nella popolazione anziana attraverso iniziative e percorsi di coinvolgimento partecipato.
  • Contrasto a condizioni di fragilità e di svantaggio della persona al fine di intervenire sui fenomeni di marginalità e di esclusione sociale, con particolare riferimento alle persone senza dimora, a quelle in condizioni di povertà assoluta o relativa e ai migranti.
Linee di attività
  • Interventi e servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell’ambiente e all’utilizzazione accorta e razionale delle risorse
    naturali, con esclusione dell’attività, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi nonché alla tutela degli animali eprevenzione del randagismo, ai sensi della legge 14 agosto 1991, n. 281.
  • Organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo.
Risultati attesi

Il progetto migliorerà la condizione degli assegnatari alloggi ERP in quanto consentirà loro di sviluppare una sensibilità verso le tematiche ambientali e di adottare comportamenti ecosostenibili nella propria vita quotidiana, migliorando la convivenza nei condomini, riducendo le conflittualità e alimentando meccanismi di welfare di comunità verso cittadini emarginati, non solo per le loro condizioni economiche e sociali ma anche per i loro comportamenti sociali/ambientali.

I volontari coinvolti acquisiranno competenze specialistiche nel campo della sostenibilità ambientale potendo così offrire un servizio aggiuntivo e migliorativo agli associati UNIAT e alla popolazione in generale.
Il progetto prevede un risultato di sensibile miglioramento del grado di consapevolezza e attenzione ai temi della sostenibilità e dell’economia circolare su almeno il 50% del pubblico raggiunto nei vari target. I vantaggi in termini individuali (risparmio economico, approvazione sociale e miglior comfort) e collettivi (tutela del bene pubblico e percepita utilità per il benessere e progresso generale) saranno valutati, all’interno delle attività progettuali, attraverso l’indagine di rilevazione finale.

 

 

Convegno di apertura del progetto 𝐃𝐈𝐅𝐅𝐄𝐑𝐄𝐍𝐙𝐈𝐀𝐌𝐎𝐂𝐈! - 𝐂𝐚𝐦𝐩𝐚𝐠𝐧𝐚 𝐝𝐢 𝐬𝐞𝐧𝐬𝐢𝐛𝐢𝐥𝐢𝐳𝐳𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐜𝐨𝐦𝐩𝐨𝐫𝐭𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐢 𝐞𝐜𝐨-𝐬𝐨𝐬𝐭𝐞𝐧𝐢𝐛𝐢𝐥𝐢.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *